2018: Crescita e ottimismo

Ci siamo. Il 2018 sembra l’anno della rinascita e della ripresa definitiva per il fashion system.

Ottimismo è la sensazione che si prova. Le previsioni delineano che nei prossimi mesi il livello delle vendite del settore moda crescerà a livello internazionale con un ritmo ancora più sostenuto di quello dell’anno precedente. A delineare questo florido quadro è il report elaborato da McKinsey & Company, The State of Fashion 2018.

In particolare le analisi condotte da McKinsey & Company evidenziano che si prevede un livello di crescita media compreso tra il 3,5% e il 4,5% a cui dovrebbe corrispondere un volume complessivo di vendita che potrebbe raggiungere i 2.500 miliardi di dollari (valore superiore di ben 400 miliardi di dollari da quello raggiunto nel corso del precedente anno). Il report evidenzia e delinea anche degli ottimi risultati per il segmento lusso per cui il livello di crescita medio previsto oscilla tra il 4 e il 5%.

I dati sottolineano che nel corso del 2018 dovrebbe esserci un avanzamento mediamente superiore di un punto percentuale alle stime elaborate sul 2017.

Andando ad analizzare i mercati geografici appaiono i mercati emergenti quelli che conosceranno risultati più positivi in quanto le analisi prevedono che saranno i mercati emergenti dell’Asia pacifico (India, Vietnam e Cina) a trainare le performance con un tasso di crescita incluso tra il +6,5-+7,5%.

Si prevedono buoni risultati anche per l’est Europa (Romania, Russia e Turchia) con il +5,5-+6,5% e per i Paesi latinoamericani, mediorientali e africani con il +5-+6 per cento.

Relativamente ai maturi i tassi attesi sono nettamente inferiori, in particolare la crescita attesa è compresa tra l’1 e il 2% nel Nord America e tra il 2 e il 3% in Europa Occidentale e in Asia Pacifico (Giappone).